Ciaspolata al chiaro di luna



PARTICOLARITÀ

La ciaspolata, ovvero una camminata nella neve con ai piedi le racchette da neve (ciaspole, appunto) sta diventando oramai un'attività conosciuta e praticata da molti. Ciò che ha arricchito la nostra avventura è stato il fatto di praticarla alla luce della luna piena. Lo sforzo e la fatica, protagonisti indiscussi durante la nostra ciaspolata durata ben 3 ore, vengono ripagati dall'atmosfera e dal panorama magico che ci accompagna durante tutto il cammino.



UN INSOLITO WEEKEND SULLA NEVE

Io e due amiche, Isotta ed Elisa, sempre alla ricerca di attività particolari, a metà Febbraio decidiamo di fare una ciaspolata notturna in Val Malenco. Contattiamo la guida alpina e prenotiamo la nostra ciaspolta per il primo weekend con la luna piena. L''appuntamento è a Campo Franscia, nel pomeriggio. Raggiunto il luogo del ritrovo, seguiamo in auto la guida con qualche difficoltà a causa del ghiaccio, fino a Campo Moro, dove troviamo parcheggio. Oltre noi ci sono circa una decina di persone, ed una volta indossate le ciaspole, imbocchiamo il sentiero nevoso.


Ci ritroviamo subito immerse in un bosco e dopo dieci minuti in salita, ci è subito chiaro che non sarà una semplice passeggiata. La fatica di percorrere un dislivello di 730 metri si sente, ma noi abbiamo un obiettivo ben preciso che non ci fa demordere: la cena al rifugio.



I colori del tramonto accendono la natura circostante ed il paesaggio assume le sembianze di un dipinto. Con il trascorrere delle ore, il sole tramonta e lascia spazio a delle tinte più tenui. Lungo il tracciato ci imbattiamo in piccole case in pietra, e ci fermiamo giusto per riprendere fiato e scattare qualche foto.


E' ormai buio e finalmente dopo l'ultima salita, davanti a noi scorgiamo una struttura illuminata. Finalmente abbiamo raggiunto la meta ed è giunto il tanto atteso momento di cenare!



Raggiunto il Rifugio Cristina, ci liberiamo delle ciaspole ed entriamo subito per riscaldarci. L'interno è accogliente e si respira l'atmosfera tipica dei rifugi di montagna; le pareti sono rivestite di legno e scorgiamo lunghe tavolate ricoperte da tovaglie rosse e bianche. I piatti che ci propongono rispecchiano la tradizionale cucina valtellinese: pizzoccheri grondanti di formaggio e burro, polenta uncia, salumi dal gusto nostrano e buon vino della zona.


Il caldo tepore e la piacevole compagnia rendono difficile accettare il brusco ritorno alle ciaspole, che ci accompagneranno lungo la via del ritorno. La temperatura è scesa sotto zero, la luna piena è ormai alta nel cielo e ci offre uno spettacolo da favola. Alcuni componenti del gruppo si sono fermati per la notte al rifugio, ma noi vogliamo goderci quest'insolita camminata nella neve.


La luna è così splendente che la sua luce ci illumina il cammino, rendendo inutile l'uso delle torce. Il ritorno è più piacevole del previsto, ed il rumore della neve calpestata spezza il silenzio surreale che invade la valle. Alcuni tratti sono ghiacciati e dobbiamo porre maggiore attenzione, ma con l'aiuto delle racchette, riusciamo ad arrivare al parcheggio senza poi troppe difficoltà. Per gli amanti della montagna la ciaspolata al chiaro di luna è un appuntamento imperdibile e per i meno esperti è comunque un'esperienza da provare almeno una volta nella vita, perché la notte rivela un aspetto della montagna sconosciuto ai più e davvero magnifico ed appagante.




89 visualizzazioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Non perderti le prossime avventure!

Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy.       

  • Instagram
  • Facebook

Copyright 2020 © insolitoweekend.com - All rights reserved.

Privacy Policy               Cookie policy